**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

5.3.2008

E' grassa: condannata a morte

Minnie è una bella Labrador di sei anni dagli occhioni dolci, ma ha un solo problema, è in soprappeso e per questo i suoi padroni l'hanno condannata a morte decidendo di sopprimerla.
Per sua fortuna è intervenuta in extremis un amante degli animali che l'ha messa subito a dieta.
Risultato: in soli cinque mesi Minnie ha perso la bellezza di 13 chili scendendo da 59 a 46 e grazie alla sua nuova linea è stata scelta come volto di una campagna per sensibilizzare il pubblico sui rischi degli animali obesi.
Garry Bristow, il nuovo padrone di Minnie ha commentato: “E' stata una bella sfida prendersi cura di una cagnolona così grassa, all'inizio non riusciva a fare nessun esercizio, ma grazie alla dieta del veterinario è riuscita per la prima volta a fare le scale. C'è ancora molto da fare, ma ne vale proprio la pena”.
Minnie è stata anche ospite d'onore della conferenza europea sul problema di soprappeso tra gli animali domestici a Londra presso il Welcome Centre dove è stato lanciato il progetto di ricerca su questo tema.
Un bacio grande a Minnie

4.3.2008

Animali: un business da 3 miliardi

Dagli ultimi risultati del rapporto Zoomafia 2007 della LAV emerge che lo sfruttamento illegale degli animali rende alla criminalità organizzata circa 3 miliardi di euro l'anno.
Nel rapporto della LAV è sottolineato che se fino a poco tempo fa la vera emergenza erano i combattimenti, adesso c'è quella delle corse ippiche clandestine che rende circa 1 miliardo l'anno.
E poi ci sono i furti di animali di allevamento, pensate ogni anno sono coinvolti circa 100 mila capi di bestiame.
Esistono anche i reati di bracconaggio, traffico di fauna esotica protetta e poi il business legato ai cani in arrivo dai paesi dell'est, ogni anno vengono importati illegalmente in Italia 30 mila cuccioli, poi c'è il business della gestione dei canili lager e sui randagi che rende circa 500 milioni di euro l'anno.
Dopo questo elenco di orrori vorrei chiudere con la frase di un grandissimo uomo, un uomo che rispettava ogni essere vivente: dal più grande al più infinitamente piccolo:
LA GRANDEZZA DI UNA NAZIONE E IL SUO PROGRESSO MORALE POSSONO ESSERE GIUDICATI DAL MODO IN CUI TRATTA GLI ANIMALI.
MAHATMA GANDHI.

3.3.2008

Usa: cane in affitto

Negli Stati Uniti sta diventando di moda affittare un cane per qualche giorno o in condivisione.
Il fenomeno è nato a Los Angeles e San Diego, quindi è arrivato a San Francisco, ma i ben informati assicurano che la moda del cane in affitto sta già prendendo piede a New York e che per fine anno approderà in Europa e più esattamente a Londra.
I costi sono i seguenti: 99 dollari da versare annualmente, altri 50 mensili ai quali aggiungere 40 dollari per ogni giorno d'affitto.
Gli esemplari da affittare sono Labrador, levrieri afgani o Boston terrier.
Ma non è tutto: nel prezzo sono inclusi l'addestramento, il pernottamento nel canile, la consegna direttamente a casa o in ufficio, le visite veterinarie e l'assicurazione.
Il padrone provvisorio non dovrà nemmeno acquistare guinzaglio, ciotole e cuccia.

29.2.2008

Quando sterilizzare il gatto

Nel gatto la sterilizzazione chirurgica è una pratica medica generalmente ben consolidata. Essa viene di solito eseguita ad una età compresa fra i 4 e gli 8 mesi di età, ed il momento adatto deve essere deciso insieme al proprio veterinario curante. I vantaggi della sterilizzazione devono essere visti su due piani fra loro connessi: il controllo delle nascite e del randagismo, dovere di ciascun proprietario di animali da compagnia, ed il controllo/prevenzione di possibili gravi patologie.
Il controllo delle nascite può essere eseguito solo con pratiche chirurgiche poiché non vi sono tuttora farmaci disponibili che non abbiano controindicazioni per la salute (insorgenza di tumori, infezioni gravi secondarie e così via). La sterilizzazione previene nelle femmine l'insorgenza dei tumori mammari spontanei, che nella gatta hanno una totalità di prevalenza di forme estremamente maligne e quindi in tempi brevi mortali. Sempre nelle femmine le patologie uterine ed ovariche diventano quasi zero in seguito alla sterilizzazione, così come altre patologie correlate agli ormoni sessuali. Nel gatto maschio la castrazione viene vissuta per lo più come un sistema per evitare fastidiose eliminazione nell'ambiente domestiche e a quei "disturbi" legati agli atteggiamenti sessualmente correlati in genere (vocalizzi, fughe, aggressività ridiretta eccecc). In realtà la sterilizzazione serve anche per limitare moltissimo la trasmissione di gravi malattie infettive, quali la leucemia felina, l'immunodeficienza felina, le coronavirosi/FIP, eccetera, sia all'interno di colonie sia perché i gatti sterilizzati tendono a restare molto più confinati nel loro ambiente domestico, e pertanto a non avere contatti con altri gatti, di cui nulla si conosce (randagi o di proprietà, ma raminghi).
In definitiva un gatto domestico vive in una gabbia che è l'appartamento, che per quanto possa essere una "gabbia dorata" gabbia sempre resta.
Abbiamo il dovere tassativo di mettere i nostri animali nelle migliori condizioni possibili per vivere nell'ambiente dove noi viviamo: la sterilizzazione è quindi un atto medico che aiuta nella gestione del benessere psicofisico dei gatti e che ha permesso, insieme ad altri fattori, di ottenere un sensibile allungamento della loro vita media.
Emanuele Minetti

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.