**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

2.10.2007

Fisco tenero grazie a fido e micio

Una bella notizia qui dal Magazine degli Animali: per la prossima dichiarazione dei redditi sono previste agevolazioni fiscali per chi possiede animali domestici.
Un provvedimento che mira ad agevolare la cura sanitaria e la gestione degli animali domestici in Italia.
Ma entriamo nel dettaglio: compilando la dichiarazione dei redditi è possibile detrarre dall'imposta lorda il 19 per cento delle spese veterinarie, quando la spesa è compresa dai 130 ai 388 euro.
Questo è un diritto per i proprietari di animali domestici che vivono in casa o se utilizzati per uno sport.
La detrazione non è applicabile per coloro che hanno sostenuto spese veterinarie per curare animali da allevamento e riproduzione o destinati al consumo alimentare.
Per i cani guida dei non vedenti c'è un discorso a parte: la spesa sostenuta per acquistare il cane è totalmente detraibile, oltre ad un contributo forfetario annuale di 516.46 euro per il mantenimento dell'animale

1.10.2007

Le "macache" prendono la pillola

Da uno studio di Dario Maestripieri pubblicato sulla rivista Etology emerge che le femmine del macaco usano con i loro piccoli un linguaggio del tutto particolare fatto di versi semplici e toni alti, una tecnica usata anche dall'essere umano quando si rivolge ai neonati.
Un altro particolare curioso effettuato su femmine delle foreste di Porto Rico studiate per circa un anno è che quando le femmine di macaco incontrano una mamma parlano in “mammese” proprio come avviene nei nostri parchi intorno alla carrozzina di un bebè.
Ma non è tutto, da uno studio di Elsa Addessi è stato dimostrato che i primati capiscono il valore del denaro.
Mentre altri studi hanno scoperto che i primati tramandano alcuni comportamenti acquisiti come l'uso di utensili o di alcune piante medicinali come una speciale prugna la “vitex doniana”. Secondo i ricercatori inglesi le femmine di babbuino in certi periodi dell'anno ne mangiano grandi quantità con lo scopo di non rimanere incinte, visto che queste prugne speciali contengono grandi quantità di ormone progestinico che funziona proprio come la pillola anticoncezionale.


28.9.2007

L'avventura straordinaria di sara turetta

Era il 2001 quando mi sono recata a Bucarest in auto per la prima volta.
La nostra auto era piena di aiuti per i canili della città, ma mai avremmo immaginato di trovarci di fronte ad una tragedia di proporzioni così enormi.
Centinaia di migliaia di cani per strada, malati, magri, investiti o avvelenati. Canili delle associazioni peggiori dei lager, canili pubblici che sembravano macellerie....
Tornare a Milano dopo una settimana di orrori, nella mia bella agenzia di pubblicità, fu uno choc.
Da quel giorno decisi che il volontariato italiano poteva fare a meno di me, ma non quello rumeno.
Da quel momento i randagi di questo paese sarebbero diventati la mia ragione di vita, e così è stato.

Un anno dopo ho lasciato il mio lavoro in agenzia e sono partita, piena di illusioni e di grandi speranze, alla volta di Cernavoda, il nostro primo successo "diplomatico": la prima città ad accettare un fermo delle uccisioni. Molte lacrime e molte fatiche più tardi, (3 anni dopo, nel 2005), è nata Save the Dogs, l'associazione che ho fondato per strutturare sempre meglio l'intervento in Romania ed ampliare il nostro raggio di azione. STD lavora solo ed esclusivamente a favore dei randagi della Romania e di altre categorie di animali (come gatti, cavalli ed asini) dei quali ci prendiamo cura compatibilmente con le possibilità logistiche ed economiche.
Il sogno di STD è di cambiare al più presto la legislazione romena che condanna a morte centinaia di migliaia di cani ogni anno e di avviare in futuro un numero sempre di progetti di sterilizzazione in questo paese dove speriamo, un giorno, di non vedere più nessun cane vagare per le strade.
Sara Turetta





















27.9.2007

Nuovo incredibile massacro in romania

SARA TURETTA Presidente di Save the Dogs
Non sapremo mai se la volpe che le autorità sanitarie di Calarasi dichiarano di aver trovato affetta da rabbia sia mai esistita davvero.
Quello che è certo è il numero dei sacchi di plastica, 140 solo la settimana scorsa, che contengono i cadaveri dei randagi uccisi dalle autorità con il pretesto della volpe.
Il numero di cadaveri cresce ogni giorno e sul sito www.savethedogs.it è possibile vedere in diretta le immagini di questo ennesimo sterminio, che si consuma con le stesse modalità, da 6 anni, in tutta la Romania.
Non siamo riusciti a bloccare questo folle provvedimento, che non tiene in nessun conto le indicazioni dei massimi esperti di rabbia (i quali suggeriscono di vaccinare preventivamente e sterilizzare gli animali riducendone così il numero). Uccidere non serve a nulla, ma le autorità romene restano sorde al grido di esperti, scienziati e protezionisti. Ci si illude che questi cadaveri chiudano una volta per sempre il capitolo randagismo, e non si rendono conto che solo interventi di tipo strutturale (sia di tipo medico che culturale) possono chiudere il circolo vizioso. L'aver ucciso invano negli anni passati migliaia di cani non ha insegnato nulla. Si continua a spendere denaro pubblico per un macabro rituale che almeno, questa volta, è stato portato davanti agli occhi di tutti.
Le immagini di Calarasi infatti stanno facendo il giro del mondo: il sindaco della città ha ricevuto negli ultimi giorni centinaia di fax e email, ma tutto ciò che si è ottenuto è che invece di eliminare i randagi pompando aria nelle loro vene, si utilizzassero perlomeno i farmaci previsti dalla legge. Una magra consolazione per noi di STD che da 6 anni ci battiamo affinchè questa di barbarie non si ripeta più.


Indirizzi email a cui spedire appello: pmc.cabinet1@go.ro

dumbravavirgilmarian@yahoo.com, calarasi@municipiu.ro,

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.