**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

28.11.2007

Ue: no definitivo pellicce di cani e gatti

Sapevate che la Cina produce più di un milione e mezzo di pelli di volpi e visoni l'anno, ed il numero di procioni uccisi per la loro pelliccia è di un milione e mezzo?
Purtroppo questa non è la notizia peggiore: in Cina milioni e milioni di cani e gatti vengono tenuti in gabbie anguste per mesi e mesi fino a farli impazzire e quindi letteralmente scuoiati vivi per un agghiacciante business di accessori di pelliccia.
Ma da lunedì 26 novembre 2007 finalmente l'Unione Europea si è unita agli Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda e Svizzera paesi che avevano già bandito il commercio di queste pellicce utilizzate come inserti nei prodotti di abbigliamento.
La LAV che ha combattuto in prima fila con anni di solleciti si augura che ora si attui un coordinamento tra stati membri per rendere efficaci i controlli alle frontiere e si eviti il commercio illegale.
Noi possiamo fare già da adesso la nostra parte non comprando capi di vestiario con inserti di pelliccia di dubbia provenienza con etichetta sospetta o assente e di poco prezzo perché sappiamo bene a che animale appartengono e a costo di quali atroci, indicibili sofferenze.

27.11.2007

Second life

Milioni di persone ormai trascorrono gran parte della loro giornata vivendo una vita virtuale nel fantastico mondo di Second Life, il gioco ondine dove ognuno può crearsi una identità e vivere una sorta di vita parallela.
Ebbene il PETA l'organizzazione internazionale che si occupa dei diritti degli animali, dall'11 al 19 luglio scorso ha abitato un'intera isola per lanciare la sua nuova campagna contro l'uso delle pellicce.
Chiunque ha potuto visitare questo lembo di terra, ricevendo degli slogan animalisti da inviare ai propri contatti e partecipare a concorsi che mettevano in palio dei premi non……virtuali.

26.11.2007

Viva il gatto nero

L'AIDAA (Associazione Italiana Difesa animali ed ambienti) ha organizzato per il 17 novembre, quindi qualche giorno fa, la giornata per la protezione del gatto nero.
Ma da dove nasce questa falsa nomea che il gatto nero porti sfortuna?
Questa idea nasce dal tempo dei pirati che li adottavano sulle loro navi dove davano la caccia ai topi.
Quando gli abitanti delle città dei porti vedevano correre un gatto nero sapevano che le navi dei pirati avevano attraccato e che ben presto avrebbero saccheggiato la loro città.
Ecco il motivo della reputazione di porta sventure dei gatti neri.
Per i greci ed egizi il gatto nero era la perfezione assoluta.
In Inghilterra porta fortuna tenerne uno in casa.
In Francia portare un ciondolo a forma di gatto nero è come portare un cornetto napoletano.
MIAO.

23.11.2007

Orrore: zampe d'elefante in vetrina!

E' successo a Milano in una vetrina di uno storico negozio d'abbigliamento di lusso di una centralissima via di Milano: la scoperta è stata a dir poco agghiacciante, due vere zampe di elefante, mozzate e svuotate per essere trasformate in due orripilanti portabottiglie.
La segnalazione alla LAV è stata prontamente fatta da una signora, documentandola con fotografie dei lugubri trofei di caccia esposti come oggetti d'arredo.
Il Garante per la tutela Animali di Milano è intervenuto tempestivamente imponendo la rimozione immediata delle due zampe.
Pensate che l'esposizione dei Trofei di caccia non è ancora vietata in Italia, ma a Milano si sono impegnati a garantire la tutela degli animali, promette la LAV, ammettendo una crescente diffusa sensibilità che non vuole vedere animali uccisi, sezionati e degradati a oggetti da esposizione.

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655656657658659660661662663664665666667

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.