**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

9.3.2016

Struzzi sgozzati per borse e scarpe

Uno dopo l'altro vengono spinti in macchinari che li bloccano, li stordiscono con scosse elettriche prima di venire sgozzati. questi sono gli ultimi istanti di vita di centinaia di struzzi brutalmente uccisi per diventare borse e scarpe vendute da molte grandi firme dell'alta moda mondiale. E non va meglio ai più giovani che vivono pochi giorni, senza mai vedere la propria madre, prima di diventare materiale per portafogli. Tutto questo emerge da un'investigazione condotta in incognito dalla sezione statunitense della Peta l'organizzazione internazionale per la difesa degli animali, che è riuscita a filmare l'interno di macelli sudafricani gestiti dai due più grandi produttori di struzzi al mondo: sono loro infatti a fornire il 75% di tutti i prodotti di struzzo a livello globale. Una volta uccisi, agli animali vengono strappate le piume per creare la superficie con i nodi a “pelle d'oca” che viene spesso usata per le borse dell'alta moda internazionale.
«Non direbbero mai da dove viene la pelle delle loro borse. Però siamo noi a fornire per i migliori gruppi del lusso. LVMH, Hermès. - spiega una delle operatrici della aziende -. Non vorrebbero che lo dicessimo, ma Hermès, sì , certo. Per la Birkin in struzzo è sempre Klein Karoo [l'azienda sudafricana n.d.r.]».
Un responsabile presso un grande allevamento di struzzi ha descritto questi animali come intelligenti, sensibili e capaci di interagire in un sistema sociale complesso. «Non sono uccelli stupidi. Ho un grande rispetto per gli struzzi - spiega l'uomo -. Come esseri umani possiamo imparare da loro».
«Peta chiede a tutti i consumatori di rinunciare alla pelle e scegliere tra i molti bellissimi accessori vegani d'alta qualità, fatti con il rispetto per gli animali».

8.3.2016

Medical detection dogs

Sempre più studi confermano le capacità dei cani “medical detector" che, con un addestramento adeguato, riescono a captare tumori, diabete e altre malattie. Le razze più adatte sono Labrador, Spaniel, Barboncini e Yorkshire Terrier ma in realtà qual che serve davvero è un eccellente senso dell'olfatto e un buon rapporto con l'uomo.
Polo, un labrador nero di 4 anni, ogni notte veglia sulla sua piccola padroncina, Gemma, affetta da diabete di tipo 1 soggetta a improvvise e pericolose fluttuazioni della glicemia così grazie al suo intervento evita che si debba correre in ospedale. Polo sta accanto a Gemma tutta la notte e se fiuta qualche cambiamento, corre ad avvertire i genitori della piccola, svegliandoli e invitandoli a intervenire con i farmaci. E poi c'è Nano, un barboncino che annusa ogni cibo prima che la proprietaria Yasmine possa mangiarlo, per avvertirla dell'eventuale presenza di noci, alle quali è fortemente allergica.
Le storie di alcuni di questi animali sono apparse sul “Daily Mail” online. E' proprio l'olfatto quindi il segreto dei “Medical Detection Dogs”: questi animali hanno 300 milioni di sensori olfattivi, contro i soli 5 dell'uomo. E sanno come usarli a fin di bene e di utilità sociale, se ben preparati. Con costi compresi fra 14.000 euro per addestrare un cane per diabetici e 7.000 per un cane “cacciatore di tumori”.
Facciamo un appello al Ministro della sanità?

7.3.2016

Ritocchi estetici

"Egregio Dottore, Ho acqistato un jrt, la mamma ha le orecchie dritte, il padre no; se anche il mio cucciolo dovesse incominciare a drizzarle cosa si potrebbe fare senza recare nessuna sofferenza al cucciolo? distinti saluti. Diomede". Risponde il Dottor Emanuele Minetti, Medico Veterinario a Milano:
"Buongiorno, le confesso che dopo 35 anni di professione, ed alla soglia dei miei 60 anni, ho sentito decine di volte domande sui problemi estetici dei cani e ... non le capisco più!
Lungi da me censurare, o criticare, chi vuole il "cane di razza perfetto" ma francamente le mie energie sono rivolte al vero benessere psico-fisico del cane, o del gatto, di casa e non alle minuzie come questa, che non si possono nè prevedere nè ragionevolmente correggere senza interventi comunque fastidiosi (cerotti, bendaggi, stecche eccetera) oppure di chirurgia estetica vera e propria.
Da anni da queste pagine cerchiamo di trasmettere una educazione al possesso degli animali da compagnia, e quindi una generale crescita in civiltà della nostra società, che sia non edonista (possesso dell'aninale come oggetto da ostentare come un gioiello...) ma semplicemente rispettosa.
Pertanto si dimentichi se il cucciolo avrà le orecchie piegate o diritte, una su ed una giù, ma si preoccupi di seguirne l'evoluzione caratteriale e comportamentale per donargli una esistenza serena all'interno della famiglia.
Mi scusi del "pippottone" ma la cosa è davvero diretta a tutti quelli che ci leggono per far capire cosa sia davvero importante alla fine e cosa no.
Cari saluti."
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
Viale Monteceneri 64 Milano
www.biessea.com

4.3.2016

Non accetta il trasferimento

"Salve. Vi scrivo perchè 6 anni fa proprio grazie a pronto fido.net ho adotato un cucciolo meticcio che ha vissuto con noi in appartamento.
Da circa 2 mesi ci siamo trasferiti in Sardegna in una casa con 2 cortili piastrellati, dove abbiamo disposto qualche pianta e la sua prima cuccia esterna. Abbiamo provato in tutti i modi a fargli fare i bisogni lì ma senza alcun successo. Confido in un suo consiglio. Fabiana." Risponde la dott.ssa Sabrina Giussani medico veterinario esperto in comportamento animale:
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori. Cambiare casa è un momento difficile per tutti, anche per il cane e il gatto che vivono con noi. Le vecchie abitudini devono lasciare il posto alle nuove e, quando il cambiamento è davvero importante, l'equilibrio può essere raggiunto con difficoltà. Un cane abituato a passeggiare all'esterno più volte il giorno, annusando, incontrando nuovi e vecchi amici, persone e così via fatica ad adattarsi a una giornata priva di attività. Per quanto riguarda i bisogni, i cani adulti urinano e defecano in luoghi differenti e le minzioni sono realizzate più volte secondo l'odore percepito. È opportuno evidenziare che anche i cani abituati a vivere in giardino, preferiscono fare i bisogni all'esterno: una pipì effettuata molto in alto, sopra quella di un altro conspecifico oppure grattare il terreno dopo aver defecato, sono comportamenti che trasmettono messaggi importanti nella vita del nostro cane. Un cortile interno, piastrellato e qualche pianta non sono sufficienti per soddisfare le esigenze del cane. Consiglio alla Sig.ra Fabiana di chiedere l'intervento di un dog sitter così che il cane possa realizzare almeno due lunghe passeggiate ogni giorno. Arrivederci alla prossima settimana … "






Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.