**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

22.7.2018

In auto con micio

Oggi chiediamo a Sabrina Giussani medico veterinario che si occupa di medicina del comportamento come dobbiamo comportarci quando viaggiamo con un gatto in auto.
“pochi gatti viaggiano in automobile con tranquillità! Il piccolo felino è da sempre stato considerato come un animale che non ama seguire i proprietari ed osservare il mondo esterno. Invece, la maggior parte dei gatti, se abituati fin dal momento dell'adozione, sono curiosi e considerano il giro dell'isolato come un piacevole diversivo. È bene acquistare un trasportino sufficientemente grande e vaporizzare quotidianamente nell'interno i feromoni di familiarità (Feliway) circa 10 minuti prima di lasciarlo a disposizione del piccolo. Il trasportino deve diventare un luogo di riposo e di gioco, piacevole e sicuro. I viaggi dovranno essere frequenti, con meta differente … casa di amici, il parco e non solo l'ambulatorio veterinario. È bene ricordare che il trasportino dovrà essere lavato con acqua tiepida e sapone dopo ogni viaggio poiché, quando è in difficoltà, il gatto emette dai polpastrelli feromoni di allarme che restano attivi per lungo tempo. L'utilizzo dei feromoni di familiarità poco prima di ogni trasporto permetterà al gatto di viaggiare con maggiore tranquillità”.
Grazie Sabrina dei consigli preziosi. E' tutto per oggi.

21.7.2018

In auto con fido

Quando viaggiamo in auto con il nostro amico a 4 zampe come dobbiamo comportarci?
L'abbiamo chiesto a Sabrina Giussani medico veterinario che si occupa di medicina del comportamento.
Buongiorno, spesso il cane e l'automobile non vanno d'accordo! Per consentire al cucciolo di “imparare a viaggiare”, è necessario compiere brevi tragitti almeno una volta al giorno fin dal momento dell'adozione. È bene vaporizzare la zona in cui il piccolo viaggia, con i feromoni di appagamento (DAP) circa 10 minuti prima di iniziare il trasporto. Così facendo sarà più tranquillo, come se la mamma fosse lì con lui! È necessario inizialmente posizionare il cane sul sedile posteriore e non nel bagagliaio, troppo lontano dal proprietario. In seguito è possibile trasferirirlo nel retro dell'auto. La normativa vigente consente di utilizzare la rete, la cintura di sicurezza ed il trasportino. Nel caso in cui si optasse per il trasportino è necessario abituare il cucciolo fin dal momento dell'adozione ad utilizzarlo come casetta – cuccia in casa per portare, poi, questo “luogo sicuro” nell'automobile. L'utilizzo dei feromoni di appagamento poco prima di ogni trasporto permetterà al cane di viaggiare con maggiore tranquillità.
Grazie a Sabrina Giussani, ci sentiamo domani per parlare del viaggio in auto con il gatto.

15.7.2018

Animali per il contenimento della CO2

Gorilla, oranghi e scimpanzè giocano un ruolo chiave nel contenimento della CO2: la loro presenza, infatti, contribuisce alla crescita delle foreste tropicali. E se dovessero venire a mancare la Terra se la passerebbe peggio.
In un nuovo studio internazionale pubblicato sulla rivista Science Advances, i grandi animali che si nutrono prevalentemente di frutta, assolvono la funzione di spargere i semi più grandi, in grado di assorbire e immagazzinare meglio l'anidride carbonica rispetto agli alberi di piccola taglia. In altre parole i grandi primati, come anche i tapiri e i tucani, «seminano» gli alberi più utili all'ambiente, ingerendo i semi che passano intatti nel tratto digestivo e vengono poi dispersi a terra.
«I grandi mammiferi e uccelli sono minacciati dalla caccia, dal traffico illegale e dalla perdita di habitat», spiegano gli esperti. Un fenomeno confermato dall'Unione internazionale per la conservazione della natura, secondo cui oltre la metà dei primati presenti nel mondo è a rischio estinzione.
L'auspicio degli studiosi è che «i programmi dell'Onu per la riduzione delle emissioni causate dalla deforestazione considerino la preservazione della fauna delle foreste come precondizione fondamentale». Proteggere gli animali in ogni caso aumenterà l'efficacia degli sforzi in atto.

14.7.2018

Amazon vende animali vivi

«Non consentire ad alcuno di vendere animali sulla piattaforma Amazon». Questo è quanto l'Ente Nazionale Protezione Animali chiede alla società e-commerce in seguito alla pubblicazione di diversi annunci relativi alla vendita di astici vivi.
«Gli animali - riferisce Enpa - vengono inscatolati e spediti all'indirizzo del destinatario. Dove arrivano nel giro di qualche giorno. Le inserzioni sono state pubblicate nelle pagine del Regno Unito, ma sono possibili spedizioni anche all'estero. Italia compresa».
«Imballare un astice vivo, prelevandolo dal proprio ambiente e obbligandolo a viaggiare in una scatola per centinaia, migliaia di chilometri, è una forma di maltrattamento - prosegue Enpa -. Amazon non deve rendersene corresponsabile».
Si auspica che «il colosso dell'e-commerce sia sensibile alle ragioni della tutela animale e che tenga conto delle numerosissime critiche ricevute dai suoi stessi iscritti. Se non dovesse accadere - conclude l'associazione - siamo pronti a lanciare lo «sciopero degli acquisti», anche in concomitanza con l'Amazon Prime Day (16 luglio)».
«L'e-commerce non può e non deve essere terra di nessuno - conclude Enpa -: un mercato virtuale dove la mancanza di un chiaro riferimento territoriale sia presa a pretesto per non osservare neanche le più elementari regole di rispetto e di tutela degli esseri viventi non umani».
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655656657658659660661662663664665666667668669670671672673674675676677678679680

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.