**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

27.1.2016

Tartarughe marine in pericolo

Oggi qui al magazine degli animali parliamo di tartarughe marine. Lo sapevate che stanno scomparendo dai nostri mari? Pensate che ogni anno muoiono 100mila esemplari. A lanciare l'allarme è il Cts, l'associazione che da oltre 20 anni è impegnata nella tutela di questi animali marini,
I pericoli che mettono a rischio la loro sopravvivenza sono: «catture accidentali, inquinamento, traffico nautico e scomparsa dei siti di nidificazione. Le catture accidentali che si verificano durante le attività di pesca professionale sono il principale pericolo per questa specie e per ridurle proprio recentemente la Commissione Europea ha finanziato un importante progetto denominato Tartalife . Tartalife nasce con l'obiettivo di individuare e ridurre attraverso sistemi innovativi la mortalità delle tartarughe marine nelle attività di pesca professionale. Un altro grande pericolo è costituito dal traffico nautico particolarmente intenso nel Mediterraneo. Le tartarughe marine devono poi fare i conti con decine di milioni di abitanti che risiedono nella fascia costiera del Mediterraneo, circa 600 città affacciate sul mare, numerosi porti turistici e commerciali. Tutto ciò da un lato aumenta l'inquinamento e dall'altro riduce notevolmente i siti adatti alla nidificazione di questi animali che per deporre le loro uova hanno bisogno di spiagge spaziose e soprattutto tranquille.

26.1.2016

Cani e gatti obesi negli USA

Negli Stati Uniti il problema dell'obesità non interessa solo le persone, ma anche gli animali domestici. Più della metà dei cani e gatti delle famiglie americane sono quantomeno in sovrappeso. È l'inquietante dato che emerge dal report pubblicato dalla “Associazione per la prevenzione dell'obesità tra gli animali domestici”.
Ma non è tutto. Proprio come nelle persone, cani e gatti grassi sono più a rischio di diabete, artrite, malattie cardiache e respiratorie, ipertensione. Tutti problemi che farebbero ridurre di circa2,5 anni la loro aspettativa di vita.
La causa principale di questa situazione deriva ovviamente dal comportamento dei proprietari, troppo propensi a fornire alimenti ai propri amici a quattrozampe.
Ecco alcuni consigli del veterinario per cercare di arginare il peso in eccesso di cani e gatti:
- far fare al cane grandi passeggiate, anche più volte al giorno. Dare la possibilità ai gatti di muoversi. Evitare ad entrambi una vita troppo sedentaria;
- per i cani adulti, l'umido si deve dare una volta al giorno. Nel caso di cani di grossa taglia, due volte al giorno per evitare torsioni di stomaco. Comunque non abusare con le crocchette, meglio se ipocaloriche
- per i gatti, crocchette, sempre a disposizione, e di buona qualità. Se i gatti hanno la tendenza a ingrassare, meglio quelle ipocaloriche
- durante i nostri pasti, non cedere alla tentazione di dare il nostro cibo. Alcuni per “tenerli buoni” danno loro dei biscotti ipocalorici. Però poi prendono il vizio e li chiederanno sempre. Meglio “resistere”
- rispettare l'alimentazione specifica di cani e gatti: non dare mai da mangiare il cibo per cani ai gatti e viceversa.
Da domani tutti a dieta

25.1.2016

Dieta casalinga o industriale?

Milena sei in ascolto? Questa è la tua mail inviata qui alla posta di pronto fido.net “Buongiorno dottore, ho una cucciola di golden retriver di quasi 5 mesi e fino ad oggi le ho dato da mangiare crocchette di buona marca per cuccioli seguendo le quantità fornite nella tabella del sacco stesso. Adesso vorrei darle alimenti freschi quindi carne bianca pasta x cani e riso verdure etc. La mia domanda è la quantità in gr rimane la stessa? le crocchette apportano più calorie di un pasto fresco o è la stessa cosa. Grazie. Milena. Argomento scottante, risponde il dottor Emanuele Minetti medico veterinario a Milano
"Buongiorno, la dieta casalinga è cosa complessa e deve essere ben studiata da un veterinario esperto.
Altrimenti un cane come il suo di media-grande taglia avrà possibili problemi di crescita proprio ora che è nella fase più delicata per le patologie ossee ed articolari.
Quindi o trova qualcuno che la indirizzi bene, con una visita mirata oppure resti sulla dieta per cani in crescita che potrà cambiare con quella casalinga quando il cane sarà più adulto.
In effetti l'allarmismo mediatico di alcune settimane fa ha creato molti più problemi a causa di diete sbagliate perchè carenti, non congrue e molto mal formulate, invece di portare ad un miglioramento, da noi stessi veterinari fortemente auspicato.Per fare la dieta casalinga poi serve molto tempo disponbile ed una buona capacità in cucina, nonchè spazio nei freezer!
Saluti".
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
Viale Monteceneri 64 Milano
www.biessea.com

22.1.2016

Cane anziano

La nostra ascoltatrice Valentina ci ha scritto: la mia cagnolina shihtzu di quindici anni da un annetto ci sta facendo impazzire perché abbaia senza pause ininterrottamente tutto il giorno e spesso anche la notte. Il vet mi ha consigliato di darle senilife perché è senilità, per un po' la situazione è migliorata ma ora è tornato come prima. Cosa possiamo fare? Grazie.
La linea alla nostra dottoressa Sabrina Giussani medico veterinario esperto in comportamento animale:
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori. I cani, così come accade anche a noi, invecchiano e possono risentire di tutte le difficoltà legate a questo particolare momento della vita. La piccola shih tzu potrebbe abbaiare perché è affetta da quello che in medicina umana si chiama invecchiamento non di successo. Il cane ha perso alcune capacità cognitive: non ricorda con precisione ciò che accade nella quotidianità, scambia il giorno con la notte, appare confuso. Si tratta di una forma di demenza senile simile a quella che colpisce gli esseri umani. Oppure la piccola shih tzu potrebbe abbaiare perché gli organi di senso non funzionano bene: il cane vede poco, non sente e con la voce trasmette un disagio. Oppure l'anziana shih tzu potrebbe essere affetta da una malattia che colpisce il sistema nervoso centrale: abbaia senza neppure rendersi conto di ciò che sta facendo. Consiglio alla Signora Valentina di realizzare una visita clinica e sanitaria approfondite poiché è necessario comprendere se si tratta di un disturbo comportamentale o organico prima di impostare una terapia. Più passa il tempo più la situazione si complica e la pazienza di tutti è messa a dura prova."






Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.