**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

9.12.2015

Un recinto di filo elettrico per elefanti

Un recinto di filo elettrico per evitare che gli animali «evadano», rovinando raccolti e causando danni all'ambiente umano circostante: una pratica comune, che si può osservare durante una qualsiasi passeggiata in montagna. In questo caso, però, a essere quasi interamente recintata sarà la seconda montagna più alta dell'Africa, il monte Kenia e gli animali in questione sono, in primis, gli elefanti.
Il progetto è nato da una collaborazione tra il governo keniota e varie organizzazione conservazioniste, Si tratterà di una barriera alta due metri di filo elettrico che provoca scariche non pericolose, ma efficaci per prevenire l'attraversamento degli animali. Con le sue vette che superano i 5000 metri, il monte Kenya sorge nel centro del paese africano a cui ha dato il nome, poco sotto all'equatore. I suoi paesaggi vanno dalla savana ai ghiacciai, passando per vari tipi di foreste. Sono circa 2000 gli elefanti che vivono nel parco.
I conflitti uomo-elefanti sono spesso alla ribalta delle cronache, non solo in Africa ma anche in molti paesi asiatici. I pachidermi, perseguitati per l'avorio e in balia di un habitat ogni giorno più limitato, sconfinano in terreni coltivati da comunità spesso molto povere, che si trovano a dover affrontare i loro raid e i conseguenti raccolti distrutti. Sono battaglie sanguinarie - a volte anche mortali tra due parti vulnerabili. Ben venga quindi il filo spinato.
Ed è tutto

7.12.2015

Sterilizzazione troppo cara?

Il mio cane non è sterilizzato e quando va in calore diventa cattivo ho saputo da un veterinari0 che il costo dell'intervento di sterilizzazione è di 270 euro, per me è eccessivo...
La parola al dottor Minetti medico veterinario a Milano
"Il quadro che lei mi descrive è abbastanza raro e sicuramente complicato.
Infatti una vera e propria aggressività correlata agli ormoni sessuali non è facile da provare nè da diagnosicare se non in maniera empirica.
Inoltre il cane maschio non va in calore ciclicamente ma in realtà è sempre disponibile all'accoppiamento, a differenza del cane femmina che va in caore ogni sei mesi di media.
Detto questo non capisco su cosa lei basi il suo giudizio negativo sul costo di una operazione chirurgica se essa viene eseguita con tutti i crismi delle buone prartiche veterinarie.
Infatti i costi sono in relazione a molte variabili: al peso del paziente per i farmaci e per l'anestesia, alle difficoltà operative, alla terapia del dolore, alle indagine pre operatorie.
La chirurgia è una cosa seria e le assicuro che il margine economico che le strutture veterinarie serie hanno è talmente irrisorio che verrebbe spesso voglia di non prendersi il rischio di operare.
Ovviamente sul mercato lei trova di tutto, da chi opera a mani nude sul tavolo di cucina (e poi finisce magari a Striscia la Notizia ed in galera!) a prezzi bassi a chi vende prestazioni sanitarie sui gruppi d'acquisto fino a chi è un medico che opera in una struttura di eccellenza internazionale.
Ma questa è un'altra storia, forse: di sicuro io non metterei mai piede da un medico che si pubblicizza così o che ha prezzi irrisori rispetto a quelli di mercato.
Questo perchè la qualità operativa ha costi molto alti, come l'aggiornamento scientifico e la serietà professionale.
Quindi la cosa migliore è instaurare un vero rapporto di rispetto con il proprio veterinario, di trasparenza e di onestà intellettuale, evitando il low cost ed i pasticcioni che sono purtroppo ovunque.
Cari saluti."

4.12.2015

Problema con cane e bambina

Buongiorno mi chiamo Andrea ed ho un problema con il mio rottweiler maschio di circa 5 anni. Abbiamo una bambina di 22 mesi, il cane dopo un periodo iniziale di insofferenza sembra molto scocciato dalla sua presenza nonostante la piccola tutti i giorni porti al suo cane biscotti pane secco ed il pasto, preciso che il cane vive fuori dalle mura domestiche nel suo serraglio.......vi chiedo cortesemente di aiutarmi xche' vorrei evitare spiacevoli incidenti.......da entrambe le parti. Andrea Grazie. La parola quindi alla nostra Sabrina Giussani Medico veterinario esperto in comportamento animale:
"Buongiorno Loredana e a tutti gli ascoltatori! L'argomento cani e bambini è molto complesso, anche perché ogni situazione è a se stante. Gli attori del sistema famiglia del Sig. Andrea sono un cane di grossa taglia che vive all'esterno della casa in un serraglio, due persone adulte e una bambina di 22 mesi che vivono all'interno delle mura domestiche. Il gruppo, dalla descrizione fatta dall'ascoltatore, appare separato: la bambina porta al cane doni sotto forma di cibo ma l'animale non sembra integrarla nella famiglia. È opportuno evidenziare che somministrare il cibo o elargire premi alimentari, non è sufficiente per costruire una relazione. La relazione è fatta di condivisione di spazi e di attività, di comprensione reciproca, di fiducia e di conoscenza. Quando il cane vive all'esterno della casa, entra con difficoltà nella struttura famigliare poiché trascorre poco tempo con i proprietari, soprattutto in inverno quando fa freddo. I genitori in questa situazione non possono diventare mediatori della relazione tra il cane e la bambina aiutando i “piccolini” di casa a conoscersi e a comprendersi con calma e in modo progressivo. Consiglio al Sig. Andrea di rivolgersi a un Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale così che sia possibile realizzare un percorso volto all'integrazione del cane nella famiglia. È fondamentale che il percorso sia realizzato prima dell'arrivo della primavera poiché il rischio d'incidenti con la bella stagione aumenta in modo importante poiché la famiglia e il cane trascorrono molto tempo insieme in giardino.
Alla prossima settimana, arrivederci Loredana e a tutti gli ascoltatori."





3.12.2015

www.coraggioconiglio.it

Il coniglio è l'animale più diffuso nelle case degli italiani dopo il cane e il gatto, quasi un milione di esemplari, ma la sua tutela giuridica non è la stessa Così Lav e Animal Equality lanciano una petizione, sabato 5 e domenica 6 dicembre in centinaia di piazze italiane, per chiedere a governo e istituzioni il riconoscimento del coniglio come animale familiare e una nuova legge che ne equipari la tutela giuridica a quella prevista per cani e gatti. Le due associazioni puntano il dito anche contro gli allevamenti intensivi di conigli destinati all'alimentazione. Ogni italiano infatti consuma 2,6 kg di carne di questo animale soprattutto nelle regioni del Centro Sud. La maggiore concentrazione di conigli allevati a scopo alimentare, è nelle Regioni del nord Italia.
Le due Associazioni hanno realizzato anche un sito, www.coraggioconiglio.it, dove è possibile trovare informazioni e immagini per constatare “in prima persona” le condizioni della breve vita dei conigli. «Per superare le contraddizioni tra conigli “da compagnia” e “da carne”, chiediamo ai cittadini di recarsi in piazza e firmare la nostra petizione per aiutarci ad offrire a questi animali la tutela e la dignità riconosciuta ai cani e ai gatti - affermano Lav e Animal Equality - Con la nostra petizione vogliamo salvare oltre 30 milioni di conigli che ogni anno vengono allevati e uccisi in Italia: sono animali da amare e rispettare, non mangiateli».
Appuntamento allora a sabato 5 e domenica 6 dicembre in centinaia di piazze italiane
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.