**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

11.8.2015

Il nostro sbadiglio li influenza

Pensate che un gruppo di ricercatori britannici ha dimostrato per la prima volta in modo scientifico, che anche i cani vengono influenzati dallo sbadiglio umano: quindi quando una persona sbadiglia lo fa anche il proprio cane.
Questo, quanto afferma la ricerca di un team di studiosi attorno allo psicologo Atsushi Senju dell'università di Londra. L' «effetto-contagio» in caso di sbadiglio non esiste soltanto tra gli umani e i primati, ma anche tra i cani ed in altre specie.
L'effetto dello sbadiglio di alcuni uomini è stato testato su un gruppo di 29 cani.
Nell'esperimento, durato complessivamente cinque minuti, i cani «contagiati» sbadigliavano in media per due volte e in intervallo di tempo di quasi 100 secondi. Stando ai ricercatori il cane possiede una straordinaria capacità di «leggere» la comunicazione umana.
Ma per quale motivo il miglior amico dell'uomo si lascia influenzare così tanto? Esistono parecchie tesi contrastanti. Da un lato, scrivono gli autori della ricerca, potrebbe essere una sorta di facoltà di immedesimazione: i cani addomesticati possono infatti recepire le indicazioni sociali e comunicative dell'uomo, come per esempio, gli sguardi o i cenni col dito. Un'altra spiegazione farebbe riferimento a un metodo di riduzione dello stress.

10.8.2015

Quando sterilizzare Fido?

Risponde Emanuele Minetti Medico Veterinario a Milano e Vice Presidente dell'ANMVI
"La sterilizzazione nel cane è un tipo di intervento molto comune nei paesi di cultura anglossassone, ove la lotta al randagismo si ritiene giustamente debba passare attraverso un assoluto controllo delle nascite.
Le gravidanze dei cani di proprietà devono essere sia programmate sia desiderate, cioè non possono essere più casuali anche nel nostro paese, ove i numeri del problema sono da bollettino di guerra. I proprietari devono quindi assumersi l'onere di fare scelte non solo personali ma soprattutto con una valenza sociale, nel rispetto della comunità e del benessere sia dell'uomo sia degli animali stessi. L'unico metodo accettabile è quello chirurgico poichè il cane non può per ora essere reso sterile con farmaci, se non andando incontro a gravi rischi per la salute. La sterilizzazione nelle femmine comporta anche molti vantaggi sia nella prevenzione di tutte le malattie dell'apparato riproduttivo sia nella prevenzione dei tumori della mammella, tuttora i più frequenti statisticamente fra le neoplasie maligne del cane. Altri meno importanti vantaggi si hanno nella gestione quotidiana legate all'assenza dei periodi di calore in cui, soprattutto nelle aree urbane, la vita di cane e padrone diventa estremamente complessa e disagevole. Anche il cane maschio può essere reso sterile senza alcun problema per la sua futura salute, anzi con vantaggi nella prevenzione delle malattie della prostata, frequenti in età avanzata, dopo gli 8-10 anni.
In conclusione è bene sgomberare il campo da retaggi culturali medioevali e rivolgersi con fiducia al proprio veterinario curante al fine di valutare pro e contro, rischi e benefici, parlando solo ed esclusivamente del proprio animale."

7.8.2015

...e se incontriamo un cane abbandonato?

Se incontriamo un cane abbandonato e vogliamo aiutarlo come ci dobbiamo comportare? Come lo avviciniamo?
Risponde Sabrina Giussani Medico veterinario che si occupa di Medicina del Comportamento
Prima di tutto è bene capire se si tratta di un cane di proprietà che effettua un giretto nel quartiere oppure di un cane abbandonato. Osservando il comportamento dell'animale è possibile fare la differenza: un cane abbandonato è a disagio, non annusa, ha la coda tra le gambe, è incerto sulla direzione da prendere, vaga a zig zag. Per avvicinare il cane è bene non rincorrerlo o sbarragli la strada poiché potrebbe deviare all'improvviso finendo sotto una macchina. Non è facile riuscire a prendere un cane spaventato: si può stare dietro a lui, abbassandosi, chiamandolo aspettando che si avvcini e offrendo bocconcini oppure usare il proprio cane come esca per favorire l'avvicinamento. Per evitare morsi ed altri incidenti, la scelta migliore consiste nell'aspettare il personale competente tenendo d'occhio il cane.

6.8.2015

Viaggio con micio

Ieri qui al Magazine degli animali abbiamo parlato di come viaggiare con fido. Oggi come promesso diamo qualche consiglio per il viaggio con il gatto.
•Il gatto non può fermarsi a sgranchirsi le zampe o prendersi una boccata d'aria… il viaggio in macchina può essere stressante tanto per la naturale avversità del gatto ai luoghi non familiari, quanto per il “mal d'auto”.
•prima del viaggio è bene effettuare alcuni “viaggi-prova” per far conoscere al gatto l'ambiente dell'auto, rimanendo magari prima fermi con il micio chiuso nel trasportino.
•i cuccioli che imparano subito a viaggiare in macchina con gli anni avranno sempre meno problemi fino al punto di superarli completamente.
•come le persone, anche il gatto soffre di più l'auto se viene collocato sul sedile posteriore: teniamolo quindi nel trasportino sul sedile accanto a quello di chi guida
•coprire il trasportino con un panno (sarà considerato come un riparo dal mondo esterno) e attrezzarlo con giochini vari (evitare prodotti masticabili che invece potrebbero creare problemi di digestione) in grado di distrarlo dal viaggio.
Se volete rileggere tutti i nostri consigli per un viaggio sereno con il nostro amico www.prontofido.net
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.