**

Ministero: regole per cani e bambini

Il ministero della Salute, ha elaborato alcuni semplici consigli rivolti ai bambini per imparare a comunicare con il cane e per diventare amici:
"Rispettami, parlami in modo calmo, lasciati annusare, accarezzami dolcemente. Non tirarmi la coda o le orecchie
Non disturbarmi mentre sto mangiando, quando sono legato o quando sono con i miei cuccioli. Ricorda che quando sono nella macchina del mio proprietario, non voglio che nessuno si avvicini!
Evita di guardarmi dritto negli occhi se non mi conosci perché potrei sentirmi minacciato e reagire in modo scortese
Se mi sto azzuffando con altri cani non provare a separarci, ce la sbrighiamo da soli!!!
Chiedi il permesso al mio proprietario prima di accarezzarmi
Se voglio un oggetto che hai in mano (gioco, biscotti, etc.), lascialo. Resta immobile ed attendi che mi allontani
Prima di accarezzarmi, chiamami con il mio nome; se non mi avvicino lasciami in pace, ho altro per la testa
Quando ringhio o mostro i denti nel momento in cui mi accarezzi, sarà meglio per te che avverti un adulto. Ma soprattutto non disturbarmi e allontanati con calma senza correre
Quando corro verso di te fermati anche se sei spaventato, porta le braccia lungo il corpo e guarda per aria rimanendo in silenzio, altrimenti mi verrà voglia di rincorrerti"

Commenti alla notizia

Scritto da il 3.1.2013 alle 04:35:16

Feb29Vale Nel paese dei furbi i ribelli sono gli ontesi detto questo;bell'ambientino il mondo universitario..Credo che io al tuo posto non avrei sprecato fiato per rispondergli..Comunque sono contro il disfattismo del precedente commento..Infatti credo, o almeno spero, che prima o poi sia la tua situazione che quella generale cambieranno E vedrai che verrc3a0 anche il tuo momento Fino ad allora perc3b2 non ti arrendere Be positive

Scritto da il 15.11.2011 alle 23:40:54

Essays like this are so important to broadening popele's horizons.

Scritto da Massimo Marocchio il 3.4.2009 alle 23:10:45

Buoni consigli ma non del tutto veritierio a quanto meno troppo approssimati al generalismo e non fanno commprendere esattamente il vero approccio di comunicazione uomo-animale-uomo.
L'idea comunque merita un plauso e speriamo che l'ordinanza dell'On.Martini dia un cambiamento radicale.

Scritto da otello il 19.3.2009 alle 23:45:28

Il testo suggerito non fa una piega. ma quanti bambini sarebbero in grado di applicarsi alla lettera seguendo la propria indole trascurando così le buone maniere suggerite?
Non ritengo sufficiente un così valido vademecum rivolto esclusivamente ai bambini nel rapportarsi con un cane. Ciò che più consiglierei stà nel l'istruire i genitori i quali a loro volta DOVREBBERO educare i propri bimbi al rispetto e alla prudenza.


Inserisci il tuo commento

Nome e Cognome*:
Email (non sarà pubblicata)*:
Commento*:
Numero dei caratteri ancora disponibili:


Codice di controllo*: Scrivi la cifra che leggi nell'immagine qui sopra

* Campi obbligatori

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog.
Non sono consentiti: messaggi non inerenti al post , messaggi privi di indirizzo email , messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) , messaggi pubblicitari , messaggi con linguaggio offensivo , messaggi che contengono turpiloquio , messaggi con contenuto razzista o sessista , messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.
La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003):
Per poter postare un commento, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome che vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, mentre l'indirizzo e-mail non verrà pubblicato. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all' art. 7 del D.Lgs. 196/2003.