**

Cucciolo rifiutato a rio e rinviato da solo a Malpensa

Lavoro in compagnia aerea. Il 15 marzo u.s. un passeggero di nazionalita' brasiliana e' stato accettato e registrato fino a Rio con un pet (cucciolo di ca 9 mesi) in cabina con gabbietta regolamentare. All'arrivo a Rio alla documentazione del cane mancava un certificato, hanno riinviato il cucciolo,nella gabbietta, come avih(in stiva) senza NESSUNA documentazione. Il padrone ha acconsentito, e di lui, oltre al nome e cognome, presenti nella prenotazione, ha lasciato il numero di un cellulare italiano che ovviamente prima chiudeva la comunicazione ed ora risulta spento. Il cane e' arrivato a Mxp, 36 ore dopo essere partito da lin con il suo padrone senza mai essere tolto dalla gabbietta, con una etichetta per bagaglio smarrito e null'altro.Faticosamente siamo riusciti a "sdoganarlo" ed attivare la procedura di accoglienza presso l'ufficio veterinario aereoportuale.Vorrei sapere, considerando che il padrone non risponde ne'al telefono ne' a sms che abbiamo ripetut
amente inviato, come si puo' legalmente dare in adozione la piccolina e quanto tempo deve trascorrere "in stato di abbandono"prima di poterla affidare ad un nuovo padrone, e' possibile inoltre denunciare/multare il proprietario (manca anche il microcip) per incuria e abbandono creandogli qualche "problemino" nel caso rientrasse in Italia con quel volo che si evince dalla prenotazione per l'andata? Grazie mille e buon lavoro

Commenti alla notizia

Scritto da il 3.10.2012 alle 08:37:31

That's an ingenious way of tihnking about it.

Scritto da il 29.1.2012 alle 12:22:21

Ah, i see. Well that's not too trikcy at all!"

Scritto da s.ferrari il 7.4.2009 alle 17:08:08

La cucciola e' stata assegnata dal giudice alla L.A.V. grazie a tutti per i consigli e
l'interessamento

Scritto da elisa il 4.4.2009 alle 11:05:12

dovrebbero trascorrere 60 giorni. prima di questi di parla di "affido temporaneo", cosa che avviene sovente nei canili/Rifugi (chi aspetterebbe infatti due mesi, prima che il cane diventi "adottabile").
In questo caso, secondo me, dato che trattasi di abbandono la piccola dovrà andare al canile di competenza, quello di Milano, dove al sanitario resterà dieci giorni e, successivamente, all' undicesimo giorno sarà trasferita al canile municipale (anzi, al parco-canile, nuovo) di Milano. Lì attenderà l' adozione.
E' necessario seguire la prassi esatta: direi che la cagnetta ne ha già viste abbastanza. Deve essere seguita da gente competente, il consiglio di contattare l' Ufficio del Garante dei Diritti degli Animali di Milano è valido, oppure rivolgiti direttamente alla ASL di Milano, Servizio Veterinario.
FACCI SAPERE COME SI EVOLVE LA SITUAZIONE.

Scritto da alessia il 24.3.2009 alle 21:33:27

certo che non ha messo il microchip! il furbone! così ha risparmiato soldi ed ha fatto meno fatica ad abbandonare il cane!! ha sottovalutato il fatto che sia obbligatorio... quindi x legge punibile in diversi modi!!!! con tutto quello che si sente oggi non ci si dovrebbe stupire più di niente, ma anche uesta vicenda ha dell'assurdo!!!! spero che la piccola trovi presto un nuovo padrone che la ami davvero!!!!!

Scritto da paola il 23.3.2009 alle 13:51:36

Prova a contattare: Ufficio Diritti Animali Piazza Duomo, 21 - 20121 Milano Tel. 02.88467730 / 88454322. Fax 02.88467755. Garante degli Animali Gianluca Comazzi
oppure la LAV info@lav.it
E speriamo bene!!

Scritto da Paola il 23.3.2009 alle 13:51:36

ma scusa, come hanno potuto imbarcare un cane privo di microchip?? per viaggiare necessita di passaporto e quindi di microchip...a mio avviso se si fa un esposto ad un qualsiasi preposto di Polizia giudiziaria (vigili, carabinieri, guarzie zoofile di associazioni) si può fare il sequestro del cane e quindi affidarlo momentaneamente e poi definitivamente.


Inserisci il tuo commento

Nome e Cognome*:
Email (non sarà pubblicata)*:
Commento*:
Numero dei caratteri ancora disponibili:


Codice di controllo*: Scrivi la cifra che leggi nell'immagine qui sopra

* Campi obbligatori

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog.
Non sono consentiti: messaggi non inerenti al post , messaggi privi di indirizzo email , messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) , messaggi pubblicitari , messaggi con linguaggio offensivo , messaggi che contengono turpiloquio , messaggi con contenuto razzista o sessista , messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.
La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003):
Per poter postare un commento, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome che vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, mentre l'indirizzo e-mail non verrà pubblicato. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all' art. 7 del D.Lgs. 196/2003.