**

Cani uccisi e mangiati a milano

Dall'AIDAA ci arrivata una notizia a dir poco sconvolgente, vi preghiamo di prestare la massima attenzione a quanto ha da dirci Lorenzo Croce presidente dell'AIDAA. Lorenzo Croce: Giovedi 1 ottobre 2009 abbiamo formalizzato la denuncia penale nei confronti di un gruppo di famiglie di origine orientale residenti rispettivamente nelle zone di Via Padova e Piazza Baiamonti a Milano che nei giorni scorsi avrebbero acquistato dei cani di razza carlino e successivamente li avrebbero uccisi e macellati a scopo alimentare. Complessivamente sono state una trentina le segnalazioni giunte dal capoluogo lombardo che stiamo ancora verificando, mentre la denuncia presentata alla magistratura riguarda cinque casi le cui segnalazioni sono state verificate dai nostri volontari. Mi preme sottolineare che i casi sono assolutamente limitati e non coinvolgono assolutamente locali pubblici,ma solamente famiglie di origine orientale che si sarebbero cibati della carne di questi cuccioli di cane dopo averli uccisi in maniera raccapricciante, nella denuncia abbiamo fornito anche i particolari delle uccisioni di questi animali che a nostro avviso sono stati cucinati e mangiati da persone facoltose, in quanto un cucciolo di carlino di sei mesi costa mediamente dagli ottocento ai milleduecento euro e complessivamente non da oltre tre chili di carne. Abbiamo infine chiesto alla procura di Milano di verificare anche l'esistenza di un eventuale mercato clandestino di esportazione dall'Italia verso i paesi dell'Asia Orientale di cani San Bernardo da incrociare con cani locali al fine di creare allevamenti di cani da carne che purtroppo in quei paesi sono legali.
Per approfondire questo argomento e dire la vostra: prontofido@prontofido.net

Commenti alla notizia

Scritto da il 8.1.2013 alle 19:32:37

e8 che sei veramente bsivisrama a sistemare casa con questo caldo ti meriteresti il premio casalinga dell'anno!! comunque e8 ovvio che sia caldo, si chiama estate no? w l'inverno!baci alla tua tribf9

Scritto da il 29.1.2012 alle 00:03:21

Play inforaimvte for me, Mr. internet writer.

Scritto da cinzia ferrero il 5.10.2009 alle 21:54:49

B, mi sembra che gli stranieri che vivono in italia,si permettano usi e costumi che non sono proprio nostri.. Comunque,ci sono tante persone che amano gli animali (come me),ma altrettante persone che per soldi e per ignoranza,li sfruttano e li usano come oggetti,come se questi non provassero alcun dolore . Chiss se siamo degni di essere chiamati "esseri umani"?

Scritto da Alessandro il 5.10.2009 alle 20:24:55

Vorrei fare tanti involtini primavera con gli occhi a mandorla ehm ehm ...


Inserisci il tuo commento

Nome e Cognome*:
Email (non sarà pubblicata)*:
Commento*:
Numero dei caratteri ancora disponibili:


Codice di controllo*: Scrivi la cifra che leggi nell'immagine qui sopra

* Campi obbligatori

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog.
Non sono consentiti: messaggi non inerenti al post , messaggi privi di indirizzo email , messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) , messaggi pubblicitari , messaggi con linguaggio offensivo , messaggi che contengono turpiloquio , messaggi con contenuto razzista o sessista , messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.
La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003):
Per poter postare un commento, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome che vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, mentre l'indirizzo e-mail non verrà pubblicato. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all' art. 7 del D.Lgs. 196/2003.