**

Blitz animalista alla Pellicceria Annabella

Sabato mattina, alle 11 un gruppo di ragazze aderenti a Gaia Onlus si è introdotto nella pellicceria “Annabella” di Via Montenapoleone a Milano strada a
ffollata dallo shopping natalizio, affiggendo cartelli e ammanettandosi
alla scala interna del negozio.
Le attiviste animaliste, hanno inscenato la protesta all'interno del neg
ozio con le mani sporcate di rosso sangue e affiggendo sulle vetrate alc
uni cartelli che recitavano “Blood of Fur”, “Pellicce uguale morte”, “St
op fur”, “Christmas of blood”, “Basta pellicce”.
Il gruppo animalista, circa una decina di persone, era guidato dal Presi
dente di Gaia Onlus, Edgar Meyer, dalla responsabile campagne di Gaia, C
ristina Donati e da Mario Righi, storico ambientalista milanese. Al Grup
po di manifestanti si è aggiunto anche Stefano Apuzzo, Presidente di Ami
ci della Terra Lombardia. All'interno del negozio si sono ammanettate e
incatenate alla scala di “Annabella”, oltre a Cristina Donati, Valentina
Bertolotti e Simona Volo.
Mentre le ragazze si trovavano all'interno del negozio di “Annabella”, s
ul marciapiedi antistante un gruppo di attivisti svolgeva un presidio e
un volantinaggio di sensibilizzazione sul massacro degli animali da pell
iccia.
L'intervento delle forze dell'ordine (Polizia, Digos e Carabinieri) ha p
osto fine alla pacifica occupazione del negozio, allontanando di peso le
ragazze di Gaia.

“Per una pelliccia di visone si squartano 30 visoni, per una volpe si am
mazzano 20 volpi, per una di ermellino si massacrano 200 animali. Come s
i può pensare che indossare una pelliccia sia elegante? E' un capo volga
re, ricco solo di dolore, sangue e morte. Le alternative calde, di moda
e più eleganti ci sono: cappotti di lana, pellicce ecologiche e tanti al
tri tessuti”, ha dichiarato Meyer.
Per info: www.gaiaitalia.it

Commenti alla notizia

Scritto da il 18.3.2016 alle 22:05:45

I think you hit a buyellse there fellas!

Scritto da il 5.3.2016 alle 12:15:00

I reflect you fsneihid a couple of reasonably fascinating points. Not excessively a lot of folks would especially obtain addicted to consideration this the way you simply did. I'm rightly impressed that there's a lot regarding this subject that has been exposed and you did it accordingly accurately, with hence by a long way grade. Top-notch one, show gratitude you.

Scritto da il 13.1.2013 alle 15:35:06

L'aceto ha una possente azinoe anticalcare, che poi in ultima istanza e8 quello che fa l'ammorbidente. Non a caso ne consigliano l'uso anche per pulire lavandini ecc. Io ogni tanto ne metto mezzo litro nello scarico dei sanitari seguito da acqua bollente e poi lo lascio lavorare un po'.@Frieda: a differenza della washball (che mi vede un po' diffidente e di cui non capisco il principio) le noci sono usate da un par' di migliaia di anni per ricavare similsaponi, la mia amica ha detto che nella lavatrice fanno anche un po' di schiumetta @Fede: non e8 che le avete usate per i pannolini? Perche9 sullo sporco difficile sarei diffidente Per fare una roba fatta bene bisognerebbe avere due lavatrici simili e provarne una con le noci e una senza niente del tutto. Nonostante tutto mi rimane il dubbio che alla fine il risultato sarebbe lo stesso (ma allora forse tanto vale non usare alcun detersivo )Boh, provo e vi dico.

Scritto da il 7.6.2012 alle 22:37:08

Io invece trovo comuuqne che la PETA abbia ragione a lanciare un messaggio del genere perche8 lancia un messaggio importante che ignorano tutti! Anche se fosse una trovata per farsi pubblicite0 (ma non ci credo) ha fatto bene perche8 evidenzia un problema che deve essere sradicato!

Scritto da Andrea Palanza il 12.1.2011 alle 23:31:16

La morte va di moda?...La sofferenza non è eleganza!salviamo i nostri piccoli animali non lasciamoli indossare da stupide vecchie decrepite che vanno in giro sfoggiando un cadavere addosso!!!!!

Scritto da Gioia Pantani il 1.1.2011 alle 23:56:10

"Verrà un giorno in cui l'uccisione di un animale verrà considerata alla stregua di quella di un uomo" Leonardo da Vinci: Ma purtroppo ancora non ci siamo!! Bravi bravissimi, e poi li chiamano animali!! Gli animali sono gli esseri umani!!

Scritto da Lorena Alfoli il 29.12.2010 alle 08:25:42

E' come se io andassi in giro con la pelliccia fatta del mio cane, è una vergogna..... che nel 2010 alcune persone usino ancora le pellicce e dovrebbero vergognarsi anche chi le confeziona....

Scritto da irene iannino il 28.12.2010 alle 14:09:28

abbbbassso tutte le pelliccerie .... è solo un massacro di animali .... e le bestie sono le persone che le comprano ....


Inserisci il tuo commento

Nome e Cognome*:
Email (non sarà pubblicata)*:
Commento*:
Numero dei caratteri ancora disponibili:


Codice di controllo*: Scrivi la cifra che leggi nell'immagine qui sopra

* Campi obbligatori

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog.
Non sono consentiti: messaggi non inerenti al post , messaggi privi di indirizzo email , messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) , messaggi pubblicitari , messaggi con linguaggio offensivo , messaggi che contengono turpiloquio , messaggi con contenuto razzista o sessista , messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.
La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003):
Per poter postare un commento, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome che vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, mentre l'indirizzo e-mail non verrà pubblicato. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all' art. 7 del D.Lgs. 196/2003.