**

Informazioni

Salve, ho un problema con il mio vicino di casa che ha un cane da due anni è un po' vecchio.io volevo sapere se si può fare qualcosa in quanto lo tiene sempre chiuso in un recinto a la cuccia piccola,e quindi sta sotto la grandine ,neve e sotto il sole.nn esce mai , e ha tanto bisogno di coccole e affetto.Adesso da tre giorni che � andato via e non lo ha comunicato a nessuno,e il cane era senza mangiare e senza acqua,perfortuna che ci siamo noi che gli diamo da mangiare e l'acqua.come posso fare?
Ho provato a chiamare i vigili e mi hanno comunicato che finch� il cane non viene maltrattato loro non possono fare nulla.
Io e i miei vicini non riusciamo pi� a vederlo cosi.
grazie e spero in una vostra risposta

Commenti alla notizia

Scritto da il 2.9.2012 alle 10:35:15

Intrigante discussione e ldcuia logica di Rino, anche nel riconoscere la contraddittoriete0 della faccenda.Per parte mia aggiungo.1) Il merito non e8 affatto un concetto assoluto. Merito per chi e rispetto a cosa? Un esempio. Molti anni orsono lavoravo in banca. Un collega addetto alla borsa fu promosso per merito. Quale? L'aver appioppato ai clienti un cospicuo numero di azioni, in portafoglio della banca, di una societe0 che di lec a poco sarebbe clamorosamente fallita , e le azioni diventate carta straccia. Merito per la banca, senza dubbio, ma demerito per i clienti turlupinati. Lo stesso per i bond argentini o quelli parmalat. Cosec come merito e8 quello del manager che tagliando posti di lavoro, disgregando pezzi di aziende, comprando e vendendo, fa guadagnare gli azionisti e se stesso, ma nuoce alla collettivite0 dei lavoratori (vedasi il film Wall Street, con Miachael Douglas).2) Rino ha gie0 dimostrato che la meritocrazia perfetta non puf2 esistere, come il mercato perfetto. Ma ammettiamo che lo fosse e si realizzasse una mobilite0 sociale assoluta in base al merito, che a sua volta fosse oggettivamente definibile. Cambierebbe molto a livello dei singoli, certo. Non esiterebbero pif9 gli ottimati , le caste comunque definite, e questo e8 bene. Ma sul piano del funzionamento sociale complessivo?Se la societe0 e8 piramidale (mai vista una societe0 che non lo sia), necessariamente i posti al vertice saranno x, quelli immediatamente sotto saranno x+1 e cosec via fino alla base. Ne discende che qualsiasi sia il metodo di selezione, molti saranno esclusi, pochi promossi. La realte0 della stratificazione come meccanismo di funzionamento della societe0 si riproporrebbe comunque inalterata nella sua struttura. L'uguaglianza di opportunite0, ripeto benvenuta, non cambia nulla da questo punto di vista. E poi, ineluttabilmente, i promossi farebbero ovviamente di tutto per mantenere se stessi e i propri figli al vertice.Dunque: il concetto di merito dipende dai punti di vista e da chi ha il potere culturale di def

Scritto da Francesca il 22.7.2011 alle 13:50:49

Verificate con un vigile/veterinario che ha il lettore, se il cane ha il microchip.
Se non lo ha, mettetegli un microchip a nome vostro ed il cane diventa di vostra proprietà, sempre che lo vogliate adottare per farlo stare meglio.
Se ha il microchip potete solo operare tramite vigili e soprattutto guardie zoofile che sono le uniche ad avere il potere di togliere il cane ai proprietari.
Se non collaborano cercate di argli coccole+cibo per anziani dal recinto, fate quel che potete.

Scritto da G.B. MN il 20.7.2011 alle 11:32:28

Buongiorno,
sono della provincia di Mantova e vorrei sapere a chi o a che numero devo rivolgermi nel caso vedessi animali randagi o/e in pericolo.

Scritto da fabio b. il 16.7.2011 alle 10:05:31

Io dopo aver contattato carabinieri,vigili,polizia provinciale..sulla non corretta tenuta dei cani , ho risolto contattando l'Asl u.o. veterinaria, è di loro la competenza sulla corretta tenuta degli animali d'affezione, poi se no c'è l'esposto alla procura.

Scritto da Claudio il 30.6.2011 alle 12:58:13

Sono un Vigile del Fuoco di Torino, se un'animale si trova in una situazione di pericolo per la propria vita qualunque ne sia la causa, possiamo intervenire noi attivando i canali di competenza fino alla risoluzione del problema.
Quindi anche i Vigili Urbani che troppo spesso sfuggono ai loro doveri istituzionali, privilegiando quello di "esattori".

Scritto da silvia donini il 28.6.2011 alle 18:13:07

NUMERO VERDE PER SEGNALAZIONI MALTRATTAMENTI ANIMALI 800253608
(da Radio BAU) - DIFFONDETE ...

Scritto da silvia donini il 28.6.2011 alle 18:10:46

numero per MALTRATTAMENTI ANIMALI: 3487611439 (da RADIOBAU) mandare un sms con indirizzo preciso di dove si trova l'animale e il motivo del maltrattamento. C'è anche un numero verde per queste segnalazioni ma ora non lo ricordo, te lo posterò domani. Ciao, mi raccomando fai qualcosa per quella povera creatura <3

Scritto da SILVIA VANDELLI il 21.6.2011 alle 14:44:12

Condivido con Vincenzo, provi con le guardie zoofile. I vigili spesso e volentieri sono latitanti in situazioni come questa...

Scritto da vincenzo il 18.6.2011 alle 11:08:10

Provi allora con le guardie zoofile o con qualche associazione animalista della sua città.

Scritto da Daniele B. il 18.6.2011 alle 09:40:05

il reato c'è gia si tratta di abbandono di aminale e maltrattamenti io ti consiglio di andare in una caserma a denunciare immediatamente questa situazione, più aspetti più la situazione degenera

Scritto da FLORIANA il 18.6.2011 alle 09:29:02

Ho già chiamato l' Enpa e mi hanno comunicato di chiamare i vigile.oppure il comune di dove abito io..ma non fà niente nessuno..cmq grazie lo stesso.

Scritto da vincenzo il 17.6.2011 alle 17:44:25

per averlo fatto io stesso in passato in due diverse occasioni, io consiglio sempre di contattare l'ENPA, Ente NAzionale Protezioni Animali della sua città o provincia (può trovare i recapiti cercando sul sito www.enpa.it). Segnali questa brutta situazione a loro. saluti


Inserisci il tuo commento

Nome e Cognome*:
Email (non sarà pubblicata)*:
Commento*:
Numero dei caratteri ancora disponibili:


Codice di controllo*: Scrivi la cifra che leggi nell'immagine qui sopra

* Campi obbligatori

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog.
Non sono consentiti: messaggi non inerenti al post , messaggi privi di indirizzo email , messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) , messaggi pubblicitari , messaggi con linguaggio offensivo , messaggi che contengono turpiloquio , messaggi con contenuto razzista o sessista , messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.
La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003):
Per poter postare un commento, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome che vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, mentre l'indirizzo e-mail non verrà pubblicato. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all' art. 7 del D.Lgs. 196/2003.