**

Sabato 8 marzo: presidio per fermare la strage di macachi

Sabato 3 marzo, manifestazione per chiudere stabulari, allevamenti e “stanze di tortura”.
David Broken, presidente di Harlan, la multinazionale di allevamento di animali transgenici e da laboratorio e di “servizi di vivisezione” per conto terzi attiva da 70 anni, costretto a volare in Italia dagli Usa e a dichiarare che le circa 150 scimmie che oggi giŕ si trovano nella gabbie di Harlan Italy non verranno spedite all'azienda farmaceutica che le vuole usare in esperimenti scientifici; allo stesso modo gli altri 750 esemplari che la Harlan aveva giŕ ordinato non arriverebbero piů a Correzzana. Un primo risultato della mobilitazione antivivisezione č stato ragg
iunto.
“Ma non basta”, dichiarano Edgar Meyer e Stefano Apuzzo, presidente di Gaia Animali & Ambiente e di Amici della Terra Lombardia, confermando il presidio di sabato 3 davanti allo stabilimento di Correzzana della “Harlan Italy”. “Vogliamo capire se alle parole seguiranno i fatti”,proseguono Meyer e Apuzzo. “E, soprattutto, ci piacerebbe sapere che fine faranno le 750 scimmie che non verranno in Italia. A chi saranno cedute? Rimarranno in Cina? Quale il loro destino?”
Le 900 scimmie erano (o sono?) destinate a diversi “clienti” della Harlan: laboratori di vivisezione, Universitŕ pubbliche e private, centri di ricerca.
“Chiederemo ai Ministri competenti e al Presidente del Consiglio perchč le Universitŕ italiane, con i soldi pubblici, continuano indisturbate a svolgere esperimenti ridicoli, assurdi e inutili e se non sia il caso di vigilare sugli sprechi, sui doppioni, sulle ripetizioni e sull'inutilit
ŕ di questi esperimenti”, affermano Meyer e Apuzzo che concludono “indagheremo per sapere quali sono le destinazioni finali delle scimmie”.
Per fermare le torture e la strage di macachi č confermato il presidio di sabato 3 Marzo 2012 dalle ore 11.30, in via Enrico Fermi 8 a Correzzana (MB) davanti all'allevamento Harlan Italy promosso da Gaia, Amici della Terra, Freccia 45, Lav Monza e altre associazioni ecoanimaliste.

“Non si escludono sorprese”, dichiarano ambientalisti e animalisti. Anche perché “la vivisezione, come dichiarano scienziati, medici, ricercatori, a partire dall'oncologo Umberto Veronesi, č una falsa scienza. E' fuorviante, inutile e dannosa”. “I topi reagiscono ai farmaci in modo diverso dai ratti. Lo steso vale per le scimmie. Alcuni farmaci risultano nocivi per gli uni ed innocui per gli altri. Noi a chi assomigliamo, ai topi o ai ratti? Che validitŕ puň avere una sperimentazione fatta su una specie diversa dalla nostra?”, chiede Cristina Donati di Gaia.

Commenti alla notizia

Scritto da il 26.9.2015 alle 02:06:53

Purnima,oops...you are right ! It was Askhay...but not Rahul :-)I always get csoeunfd between Rahul and Akshay..! This time too :-)I stand corrected. Thank you !

Scritto da il 26.7.2012 alle 09:30:24

1- Sappiamo bene che vengono apctipali due pesi e due misure ovviamente per le ben note ragioni di diversa appartenenza di classe/ceto/notoriete0.2- Le motivazioni addotte dal tribunale, stando al resoconto giornalistico, sono contraddittorie. Che la scelta della coppia sia “il frutto di un’applicazione distorta delle enormi possibilite0 offerte dal progresso in materia genetica” non ci sono dubbi ma questa e8 una considerazione su un atteggiamento, un sistema di valori che precede il fatto e che imporrebbe di vietarne l'opzione prima che avvenga. Ma una volta che il figlio siano nato (qui o all'estero) questa considerazione diventa capziosa. Come insensate sono le altre che fanno riferimento al narcisismo come spinta a simili scelte. E' garantito che lo stesso narcisismo e la pura emulazione stanno alla base di un gran numero di gravidanze ad ogni ete0. Ho visto casi clamorosi di gruppetti di trentenni che hanno fatto il figlio perche9 una di loro l'aveva casualmente avuto. Etc. etc. La sottrazione della figlia perf2 viene poi motivata da alcuni fatterelli sui quali e8 stato costruito un tragico scenario di trascuratezze e di quasi certo abbandono. Addirittura si prevede che restere0 orfana. Per evitare che cif2 accada la si e8 resa orfana da subito! Argomentazioni deliranti a motivare quello che, a mio parere, e8 un crimine senza mezzi termini. Eseguendo un ordine che proviene dalla societe0 quei magistrati hanno commesso un delitto, trasformando una famiglia (anomala sec) ma che poteva essere felice, in un nido di angosce. E consegnando la piccola alla tragedia, al calvario delle istituzioni. Io sono stato lasciato solo per delle mezze giornate o (a 3 anni) accudito da mio fratello che ne aveva 5. Sono stato picchiato duramente da mio padre senza alcun motivo etc. etc. Eppure ho avuto una famiglia, un padre, una madre, fratelli, cugini, nonni. Sulla base delle motivazioni addotte da quei magistrati, 9 su 10 dei miei coetanei sarebbero stati “orfanizzati” insieme a me e ai miei fratelli.Inumana cr


Inserisci il tuo commento

Nome e Cognome*:
Email (non sarà pubblicata)*:
Commento*:
Numero dei caratteri ancora disponibili:


Codice di controllo*: Scrivi la cifra che leggi nell'immagine qui sopra

* Campi obbligatori

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog.
Non sono consentiti: messaggi non inerenti al post , messaggi privi di indirizzo email , messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) , messaggi pubblicitari , messaggi con linguaggio offensivo , messaggi che contengono turpiloquio , messaggi con contenuto razzista o sessista , messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.
La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003):
Per poter postare un commento, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome che vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, mentre l'indirizzo e-mail non verrà pubblicato. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all' art. 7 del D.Lgs. 196/2003.