**

Sequestrato Green Hill!

E'stato sequestrato l'allevamento di Green Hill, l'azienda che alleva cani di razza beagle per i laboratori di vivisezione a Montichiari (Brescia).
Il corpo forestale dello Stato ha eseguito il sequestro. Alle operazioni di ispezione e sequestro della struttura, disposte dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Brescia, hanno partecipato circa 30 forestali appartenenti ai Comandi provinciali di Brescia, Bergamo e al Nucleo Investigativo per i Reati in danno agli Animali.
Presente anche personale della Questura di Brescia.
Tra i reati contestati quello di maltrattamento animale.

Commenti alla notizia

Scritto da il 17.8.2012 alle 21:15:41

“I padri separati (e non) che udincoco (e che pagano con il carcere a vita o il contestuale suicidio) quelli non vanno capiti. Vanno liquidati come delinquenti”. (Rino)E al contempo anche come inadeguati. Incapaci quindi di relazionarsi con il ben pif9 alto livello di autonomia, evoluzione e consapevolezza raggiunto dalle donne, privi di autostima e amor proprio, non hanno nessun altra risorsa da mettere in campo se non quella di uccidere, uccidersi e dare di matto…Naturalmente un uomo che spara alla ex moglie e la uccide, la galera se la fa tutta fino all’ultimo giorno e nessuno si preoccupa di capire le ragioni che stanno alle spalle di un simile disperato (e criminale) gesto e che lo hanno provocato (oltre naturalmente ad essere finito per sempre, di fatto condannato anche ad una sorta di morte civile, sociale e spirituale da scontare extra galera).Invece alle donne che procurano la “dolce morte” (come recita l’articolo di Donna di Repubblica) magari friggendo il figlio nel forno a microonde, oppure frullandolo nella lavatrice (non sapevo che fossero “morti dolci” prima di aver letto quell’articolo…), oltre a tirarle fuori dal carcere in tempi molto rapidi perche9 e8 evidente – dicono gli specialisti – che siamo di fronte a pesantissime sindromi depressive e a disturbi della personalite0 (ma va? Non lo avremmo mai pensato…), gli si dedica pure un film che ha un indubbio retrogusto comprensivo e assolutorio (e8 evidente anche solo leggendo la recensione).Proviamo, a parti invertite, a pensare ad un film sulle storie di quei padri separati abbandonati, espropriati di tutto, scaraventati in mezzo ad una strada e ridotti in uno stato di prostrazione totale che in un raptus di follia criminale, udincoco la ex moglie.Voi che ne dite? Ci sare0 un produttore cinematografico disposto a finanziare un film del genere (altrettanto comprensivo e assolutorio …)?Fabrizio MarchiP.S. o forse uccidere una donna adulta e8 pif9 grave che uccidere un bambino?

Scritto da anna solza il 20.7.2012 alle 06:51:34

Finalmente una fine a tanto dolore!!!!!!


Inserisci il tuo commento

Nome e Cognome*:
Email (non sarà pubblicata)*:
Commento*:
Numero dei caratteri ancora disponibili:


Codice di controllo*: Scrivi la cifra che leggi nell'immagine qui sopra

* Campi obbligatori

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog.
Non sono consentiti: messaggi non inerenti al post , messaggi privi di indirizzo email , messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) , messaggi pubblicitari , messaggi con linguaggio offensivo , messaggi che contengono turpiloquio , messaggi con contenuto razzista o sessista , messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.
La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003):
Per poter postare un commento, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome che vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, mentre l'indirizzo e-mail non verrà pubblicato. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all' art. 7 del D.Lgs. 196/2003.