**

Massacrati 2.300 cani in 18 mesi in provincia di Roma

AIDAA: Sono oltre 2.300 i cani massacrati ed avvelenati nella provincia di Roma negli ultimi 18 mesi, il record spetta a Campagnano dove i cani ammazzati ed avvelenati sono stati negli ultimi due anni almeno 700 e di questi una buona parte sono stati ammazzati attraverso l'atroce sistema dei bocconi avvelentati.
Ma oltre a questo fenomeno drammatico c'è la questione del randagismo, fenomeno assolutamente diffuso e preoccupante anche nella regione Lazio dove secondo i dati del MINISTERO DELLA SALUTE nel Lazio ci sono oltre 60.000 i cani randagi liberi, rispetto ai 13,628 cani ospitati nei canili della regione e agli 833.000 cani di proprietà.
Nonostante il fenomeno del randagismo sia assolutamente preoccupante e che questa presenza di cani allo stato brado sia di fatto il motivo principale (anche se non l'unico) del fenomeno degli avvelenamenti che hanno portato a un vero e proprio massacro di cani sia randagi che di proprietà,anche in provincia di Roma vi sono alcune decine di comuni non in regola con i dettami della legge 281/91 che prevede l'obbligo del canile comunale o in convenzione, e l'obbligo del servizio di raccolta dei randagi presenti sul territorio e la loro sterilizzazione.
“I responsabili di tali inadempienza sono i sindaci- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale AIDAA-e per questo noi iniziando da Roma chiederemo di incontrare tutti i prefetti delle province Italiane, allo scopo di sensibilizzarli sulla problematica del randagismo e chiedere un loro autorevole intervento per imporre ai 1.600 sindaci italiani recalcitranti il rispetto della legge contro il randagismo. Cominciamo da Roma non solo perchè questa è la capitale, ma perchè qui più che altrove si stà verificando un vero e proprio massacro di cani specialmente nei paesi della campagna romana, massacro che secondo i nostri dati ha raggiunto proporzioni preoccupanti specialmente nel piccolo comune di Campagnano dove sono stati ammazzati 700 dei 2.300 cani che ci risultano essere stati avvelenanti negli ultimi diciotto mesi in tutto il territorio della provincia, compresa la capitale dove a nostro avviso sono stati ammazzati con il sistema dei bocconi avvelenati almeno centocinquanta cani tra randagi e di proprietà solo dall'inizio del 2008”
per info 3478883546-3926552051

Commenti alla notizia

Scritto da il 8.11.2011 alle 04:03:41

My hat is off to your atstue command over this topic-bravo!

Scritto da online casino il 10.8.2011 alle 10:47:42

Mi Piace Il Tuo sito. E'una Informazione Molto utile. Grazie

Scritto da maurizio perra il 5.7.2010 alle 17:51:22

purtroppo ci sono in giro troppi bastardi come te ti farei fare la stessa fine di questi poveri cani

Scritto da Abbasso Cani il 1.3.2009 alle 17:31:19

Evvai.. peccato siano solo 2300.. ce ne sono in giro ancora troppi di cani

Scritto da massimo roddi il 21.11.2008 alle 09:52:44

..la morte non si augura a nessuno ma vi meritereste una morte ancora piu cruenta di quella che fate fare a questi esseri indifesi, spero tanto che dio vi maledica per l'eternità non meritate di vivere bastardi maledetti, spero tanto d'incontrarti bastardo vigliacco e vile per poterti far provare le stesse cose che hai fatto a loro! vorrei scusarmi con i lettori x la crudeltà delle mie frasi ma è veramente niente a confronto di quello che fanno questi esseri schifosi!!!!!!

Scritto da francesca speranzaq il 16.11.2008 alle 13:37:13

chi commette crimini contro gli animali commette crimini contro la civiltà. è ora di dire basta!un appello :quando prendiamo un cane andiamo ai canili. stop alla vendita sono esseri "umani"!

Scritto da Francesca Albertini il 11.11.2008 alle 20:50:53

Siete degli schifosi, si tutti voi che maltrattate e massacrate i cani siete dgli schifosi esseri senza senso ed utilità!!!

Scritto da deborah bologna il 5.11.2008 alle 21:46:47

quanto vorrei offire una cena a tutti quelli che hanno fatto del male a tutti quei cani...
menù??? POLPETTE PER TUTTI!!!!!!!!!!!!!

Scritto da loredana melis il 2.11.2008 alle 10:01:12

bastardi maledetti vi odio a tutti voi che fatte del male ai cani.. vi massacrerei io con le mie stesse mani


Inserisci il tuo commento

Nome e Cognome*:
Email (non sarà pubblicata)*:
Commento*:
Numero dei caratteri ancora disponibili:


Codice di controllo*: Scrivi la cifra che leggi nell'immagine qui sopra

* Campi obbligatori

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog.
Non sono consentiti: messaggi non inerenti al post , messaggi privi di indirizzo email , messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) , messaggi pubblicitari , messaggi con linguaggio offensivo , messaggi che contengono turpiloquio , messaggi con contenuto razzista o sessista , messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.
La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003):
Per poter postare un commento, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome che vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, mentre l'indirizzo e-mail non verrà pubblicato. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all' art. 7 del D.Lgs. 196/2003.