**

Recinti

nel mio quartiere che si trova nell'immediata periferia di un piccolo paese ho notato che molti proprietari di cani tengono i loro "amici" segregati in recinti a mio giudizio troppo piccoli, tra l'altro non liberandoli mai.
c'è una legislazione in meito?
saluti nicola

Commenti alla notizia

Scritto da il 2.9.2012 alle 04:50:09

Voglio forse vendere i dati degli uttnei iPad a qualche loro cliente?Non basta l'emorragia degli iscritti US messa in atto per salvaguardare la propia privacy dall'avidite0 e dalla voracite0 di Zuckenberg per fare cambiare strategia?

Scritto da casino online il 21.6.2011 alle 16:08:52

Mi piace il tuo sito. grazie per questo articolo

Scritto da chiara bi il 14.9.2009 alle 13:43:50

Bè non esageriamo....
io ho sempre avuto cani, anche in appartamento, ora ho un parco e due doberman maschio e femmina liberi che corrono e insieme a loro i cuccioli dei quali sicuramente uno e maschio, resterà con noi perchè è la mia ombra e mi adora, naturalmente ricambiato. Per gestire i fututi calori della mia femmina e i maschi quando il piccolo crescerà, sto cercando un box doppio.
Cerchiamo però quando facciamo questi discorsi di non cadere nelle banalità generalizzando come fanno tutti coloro che amano gli animali e che però non gli fanno del bene con qs atteggiamenti troppo estremisti.
Anch'io in passato ero così, adesso devo dire che mi sono moderata perchè, come in ogni cosa "in medio stat virtus". Io amo i miei cani e anche se passeranno a turno alcuen ore nel box direi che non è un dramma. Girate ogni tanto lo sguardo su quello che capita ai bambini e poi credo che tutti saremo più obiettivi. Un conto è la crudeltà, un conto è dar loro amore ma per esigenze particolari fornirli di una casa con tutti i comfort.
Premetto che i miei dobermann dormono in casa con noi e la femmina pure in camera con me....

Scritto da Gameness il 17.12.2008 alle 10:43:32

Nell'ottica di una visione utilitaristica (e francamente retrograda), il box può anche diventare "la casa del nostro amico a 4 zampe". La realtà é che chi non può tenere un cane (che significa anche impegnarsi a recuperare atteggiamernti distruttivi, che generalmente sono ricollegabili a patologie note come 'ansia da separazione', ben note e con terapie altrettanto note - desensibilizzazione), semplicemente...non dovrebbe avere un cane!!!
Il box esterno é una scorciatoia, una delle tante che si inventano i proprietari e che, francamente, davvero non capisco: nessuno obbliga qualcuno a prendere un cane!
Questa estate in Trentino ho trovato esattamente questa realtà: immensi boschi e prati...ed i cani tutti nei recinti! Ridicolo.
Il mio consiglio é sempre lo stesso: se una persona non può/vuole farsi carico al 200% dell'impegno di avere un cane (compreso comprenderlo ed aiutarlo ad integrarsi armoniosamente col suo stile di vita, senza alcuna costrizione), meglio si orienti su qualche altro 'sfizio'. Meglio se inanimato.
In conclusione, per rispondere a Nicola: pochi mesi fa ho segnalato alla Lega per la difesa del cane di Milano un tizio che abita vicino casa mia e tiene i suoi due cani da caccia nel box (!!!): mi hanno risposto di non poterci fare nulla, se i cani sono riparati e la cubatura del locale é suffciente e non ci sono lamentele dei condomini (es., per problemi igienici). N.B.: se io voglio fare una sala prove nel mio box, magari i condomini mi mandano l'ASL, che mi obietta la diversa destinazione d'uso del locale (autorimessa), mentre questo tizio ci tiene confinati 2 cani da caccia ed un ente protezionistico lo trova anche accettabile!
D'altra parte, siamo in Italia...

Scritto da giacomo il 20.11.2008 alle 20:38:20

In merito a questo posso dire che ho un boxer incrociato con un amstaff... (american strafford)


posso dire che ho provato a lasciarlo libero in giardino..( sconsigliato da veterinaria e dal addestratore)



dopo circa mesi ho deciso di comprare un box.. un 3 metri per 2.. diciamo che è la sua casa... e sta li finche nn torno .. e dopo di che lo porto a fare qualche passeggiata.. alla mattina.. al pomeriggio.. e alla sera...


posso dire che mi è stato consigliato da esperti.. e il cane riconosce il box come casa sua.. e non è per lui una prigione.. al inizio ha pianto. e molto anche.. e mi faceva molta pena.. ma era l unica soluzione per gestire il mio amico a 4 zampe.. nei 3 mesi precedenti che era libero in giardino mi ha graffiato tutti i serramenti ddi casa mia ( che è nuova di un anno)... io consiglio a tutti di sentire i pareri degli addestratori e di portarli fuori il più spesso possibile...


chi li lascia dentro sempre nei box è un crudele e insensibile.. però tenere dentro un box un cane e portarlo fuori spesso no!!...

Scritto da MARCELLO C. il 14.11.2008 alle 19:18:22

hai fatto bene a mettere "amici" tra virgolette,
anche perchè coloro che trattano così gli animali non li considerano per niente amici ma solo strumenti a seconda dei casi: o per la guardia o per la caccia... ho sentito dire che un cane da caccia che non ha un buon rendimento viene abbandonato o ucciso... mi auguro che sia solo una legganda metropolitana, ma comunque abito in campagna e vedo con immenso dispiacere come vengono trattati i cani! Forse un giorno cresceremo...

Scritto da eleonora ble il 14.11.2008 alle 12:22:36

purtroppo la legge è una vergogna....
i cani ci danno tanto amore ma nn sono per niente tutelati, se chiusi in recinto basta che abbiano una tettoia e da bere e nn è necessario farli uscire, nemmeno vaccinarli.
pensa un po!
alla faccia del mondo civilizzato|!!!!!!!


Inserisci il tuo commento

Nome e Cognome*:
Email (non sarà pubblicata)*:
Commento*:
Numero dei caratteri ancora disponibili:


Codice di controllo*: Scrivi la cifra che leggi nell'immagine qui sopra

* Campi obbligatori

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog.
Non sono consentiti: messaggi non inerenti al post , messaggi privi di indirizzo email , messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) , messaggi pubblicitari , messaggi con linguaggio offensivo , messaggi che contengono turpiloquio , messaggi con contenuto razzista o sessista , messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.
La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003):
Per poter postare un commento, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome che vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, mentre l'indirizzo e-mail non verrà pubblicato. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all' art. 7 del D.Lgs. 196/2003.